Al via in Italia l’attuazione del Piano Junker per le PMI dei settori creativi e culturali

garanzie alle PMI dal programma Europa Creativa

L’accordo di garanzia tra la Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e il FEI (Fondo Europeo per gli Investimenti) all’interno del programma Europa Creativa permette (per la prima volta) allo strumento di garanzia per i settori culturali e creativi di essere attivo in Italia.

E’ inserito nel cosiddetto Piano Juncker, un programma di investimenti che si propone di eliminare gli ostacoli agli investimenti, dare visibilità e assistenza tecnica ai progetti di investimento e fare un uso più intelligente delle risorse finanziarie.

Grazie a questo accordo verranno forniti, come controgaranzie, 200 milioni di Euro per il Fondo di garanzia italiano per le PMI, aumentando sostanzialmente la sua attuale capacità. Grazie a questo, ci si aspetta che vengano forniti fino a 300 milioni di euro di prestiti alle PMI nei settori creativo e culturale, per una stima che al momento attuale si pensa possa riguardare oltre 3.000 PMI.
Queste potranno evitare di rilasciare importanti garanzie all’ente che concederà il finanziamento. Chi intende operare nei suddetti settori e intende investire, o ha capacità di nuovo capitale circolante, può rivolgersi alla propria banca o al proprio Confidi. Il sito internet dove poter trovare tutte le informazioni necessarie, nonché presentare la propria domanda e seguirne l’iter è www.fondidigaranzia.it.